Martedì, 12 Giugno 2012
Cristiano Seganfreddo
L’Italia che corre

playervideo

Per postare un messaggio in questo spazio basta scrivere sulla bachecca di ForumPa su Facebook
Maria Luisa Coppa
Davide Giacalone
Diana Bracco
Cerimonia di consegna dei premi
Flavia Amabile
Pier Paolo Celeste
L’internazionalizzazione
Raffaele Liberali
Horizon 2020
Flavia Amabile
Roberto Cingolani
Ricerca e innovazione
Francesco Profumo
Giorgio Rapari
L’innovazione nei servizi
Luigi Nicolais
La rete della ricerca
Davide Giacalone
Franco Bassanini
Davide Giacalone
Laura Morgagni
Maurizio Bortoletti
Alberto Castronovo
Alessandro Giari
Cristiano Seganfreddo
Davide Giacalone
Ciro Formisano
Claudio De Vincenti
Mario Dal Co
Carlo Borgomeo
Michele costabile
Ruggero Frezza
Edoardo Imperiale
Tomaso Marzotto Caotorta
Antonio Cianci
Carlo ferrario
Alessandro La Porta
Michele costabile
Edoardo Colombo
Roberta Milano
Michele Vianello
Marco Cantamessa
Mauro Fantin
Anna Ferrero
Stefano Quintarelli
Interventi dal pubblico
Marco Cantamessa
Michele Vianello
Mauro Fantin
Roberta Milano
Edoardo Colombo
Davide Giacalone

La trascrizione automatica dell'evento

vicini a può ancora attendere mentre il colonnello porto Bortone che ci lascia perché in giunta notizia cassa e non hanno cominciato a spendere sapendo che lui era bloccato qua quindi corre corre a Lhasa per evitare che che riprendono le cattive abitudini cristiano se che Alfredo si gran freddo progetto Marzotto potrà essere con produttore nella giornata odierna è un e non è un compito un pennello di primissimo livello nel dipingere un colore diverso la realtà italiana la la forza la la vitalità all'importanza e spero che che usi ancora questi colori e questi tratti ancora oggi avvertendo i presenti che molto spesso succedersi degli interventi sembra che ci sia una contraddizione fra il chiaro scuro trend positivo e negativo in data la realtà com'è ovvio comporta l'uno e l'altro bisogna essere capaci quella di appoggiarsi sulle cose che penso che su Cristiano andrà a dire senza dimenticare che poi ci sono le altre che fanno da ostacolo ma quelle che mi pare che siano credo siano assolutamente importante tesoro mi spiace ma sono il penultimo ostacolo prima della pausa nella pausa pranzo per cui cercherò di essere breve prevedono che in ultimo per ultimo non si può che drammaticamente condividere con le ha detto che sanno dare cioè penso che esso si parta da questa a questo punto di partenza e penso che sia utile aggiungere un pezzettino non destro insomma anche questo plan in sull'aspetto che fosse stato citato poco che l'aspetto culturale Bassanini prima ha detto abbiamo un'estetica ottocentesco abbiamo letto aveva una contabilità ottocentesco come noi abbiamo il grosso problema perché il Paese non fa quella roba cioè non corrette che abbiamo un'estetica ottocentesco ci guardiamo come si allestiti noi primi sia una cosa sola il master della delle sul tema cioè se un ragazzo oggi va a fare un colloquio in Silicon Valley vanno Yorker e a ventun anni e si presenta come se allestiti noi non è che lo finanziano lo mando lo psicologo medico ragazzo qua ragazzo ci ha dei problemi poi c'è un problema centrale paese fa fatica a cura perché è un'estetica ottocentesco estetico ottocentesco è basata sui titoli e molto poco sulle competenze e per cui è generata c'è questa generale gente nell'azione di tipo che non sono semplicemente realmente i indotto il dottore di turno commentatore ma sono tutti gli apparati ovviamente sociale che dei quali noi ci nutriamo se vogliamo tornare a fare corre il paese dobbiamo rinnovare di parametri ma solleva come aumenta invivibile ma dobbiamo rinnovare i parametri estetici con cui noi produciamo promuoviamo comunichiamo l'innovazione un'innovazione che poi deve essere dichiarata sulla dimensione italiana sulla dimensione propri italiana quando c'è il novantacinque per cento di piccole e medie imprese di prendere atto che ormai la grande industria che come per la fosse inedito Udine perso il treno della grande industria forse può essere anche un grande vantaggio perché hai questa massa questo ecosistema straordinario completamente sconosciuto di piccola media molti spesi molto spesso straordinari impresa che invisibile che non hanno come tema cognome canone è comunicata adeguatamente che però fa sta in piedi sto Paese senza i grandi nomi che vediamo magari con dei segni meno invece quotidianamente in una in Borsa so se ripartiamo da qui cioè come da una posizione culturale penso potremmo rifare quello che è stato fatto fosse caso unico nel sud comunitari e competenti trent'anni fa noi mangiavano torte Livini con appannati prosciutto cotto e pensavo fossero buoni oggi ognuno di noi a nella propria dispensa una ma nell'attività che li proviene dalla Provincia tra paesi della provincia di Caserta una pezzettino di formaggio degli arriva dal Trentino montano sopra coso dall'altro emiliano eccetera cioè abbia fatto cosa con il food abbiamo qualificato in modo ex straordinario la vera proprietà del Paese la diversità cioè noi abbiamo una roba che con cui viene spazzata via ovunque che la diversità è un grosso limite perché la diversità fa fatica ad essa creata fa fatica a fare massa critica è dispersa nulla di di cioè tu hai regioni poniamo come il vento al due mila cinquecento zone industriali cinquecento mila aziende cioè che sono dimensioni spaventosa e per quello che dopo che non c'è malattia sono sulla piccola entro i cinque milioni di abitanti ottanta parchi scientifici e poter così perché c'è questa straordinaria frammentazione se riuscissimo a fare un processo culturale così come l'agenzia allora potrebbe essere l'organo che bisogna credere che ci sia un organo non cinque mila organi di riferimento ma ci sia l'organo che va potenziata dirimente tutte riferimento del sistema italiano che è l'innovazione pensata come l'ha pensata in Italia senza innamorarsi troppo dei termini che sono un po'distanti le start up senza che sembra che il Paese dinastia perché facciamo tutti applicazioni on line e peraltro ad operare con la tecnologia è fondamentale in innovazione fondamentale ma dove dove nei territori dove noi abbiamo un evidente vantaggio competitivo che si sono tendenzialmente i settori maturi il fashion il designer dimenticare l'artigianato avanzato c'è territori che in altri paesi non esistono più e per cui se è obbligato a farli qui qual è il problema è tutto storto grande comparto del novantacinque per cento che fa di tutto e lo fa in molti casi in termini appunto di eccellenza che come se non fosse connesso non a luoghi di aggregazione mi disse distribuzione allora quella dimensione diventa straordinarie punto tredici dipinge perché abbiamo un Paese che è ritenute non dipinge lo per quello che è che un paese straordinarie perché sono si capisce come come stiamo comunque a galla malgrado tutto ma che fa di un valore fondamentale che è l'intangibilità il suo valore aggiunto quelle intangibilità serie si incrociare i parametri per l'innovazione anche tecnologica essi si connette voi false imparato banalmente l'inglese e pensa che sul mercato non debba essere quello più quello interno che drammaticamente è finito allora può ritrovare una nuova modalità percorre tra cui quella che viene richiesta oggi è una straordinaria operazione culturale che non si può fare in un mese in un giorno non basta più continua a parlare di innovazione di ricerca eccetera sono varie anche Roma e la casalinga oggi c'è poca cioè oggetto persone papà col marito innovazione bisogna agire ma bisogna rende la pratica io mi occupo di un progetto sia progetto Marzotto che fa un passo indietro rispetto alla titolarità di di di un grande imprenditore come è stato Gaetano Marzotto se pensate nel nel lontano novecento Olivetti Marzotto propongono un idea di impresa sociale Marelli velocità fanno un cambio di puntata fanno un punto di camion punti di vista culturale Olivetti fa un punto di vista crea un punto di vista culturale ma dal punto di vista culturale noi dobbiamo riappropriarci questa roba qua la sostenibilità nostra italiana è legata alla bellezza la preservazione a quale dopo aver saremo la contemporaneità noi siamo un Paese tremendamente vecchio ma come dicevo prima nell'estetica ci rappresentiamo vecchi non ricevono i patrimonio artistico perché noi fissiamo i dieci due palle cioè come e quando facciamo i convegni fragile parla un'ora come facevi su quale sia che parta ammazza allora solo se ribaltiamo questi parametri e questi codici che pro capite che ci sono i soggetti che posso fa delle cose e che possono diventare degli aggregatori per esempio visto che è stata avvicinata al tema dei premi poi lascio è ci sono un milione di Trenitalia un sacco abbia visto anche se non abbia Confcommercio ma ci sono sacche di target poi quelle tali acque corrispondono a una fotografia e a un è una foto è un'immagine da lasciare forse le zie onere nelle vetrine prevede salute diffuse però voglio dire se facciamo poco tipo poi premi si trasformano in anche quelli in operatività sia che vengano danno dei soldi veri perché con cinque mila euro una proposta ma traumatizzato che bisogna mettere scacciare soldi veri tale storico ci sono le banche che lo fanno ci sono idee in cioè ci sono ci sono tanti soggetti ma che non possono più continuare a essere dispiegati e così anche gli imprenditori lariani pittori c'è tanta in Italia deve comincia a passare l'aspetto culturale che investire oggi nei giovani questo è un obbligo non è che debba avere dei vantaggi fiscali non pressato culturale oggi contro il rilievo quante start up sai quante nuove imprese sostiene una beh allora sono spiegato vi ho fatto assai l'idea che tu devi sostenere capitale di rischio o se no ti dico gli unici nelle preservare nostalgica mentre il tuo passato o ce la fai o il mitico i e contenuti economici di attività progettualità su territori che non conosciamo su nuove nuove che dovrà dare soldi a gente che non si presentava davanti colleghi chiara con Parigi strappati tredici o mi odiano torna tra vent'anni quando sarà il ministro no bisogna darglieli serbo doveva andare a gente che può correre i cento metri no a gente che può correre che poche giocavamo a scacchi oggi ha bisogno di gente che correva per il Paese e quelli che possono correre banalmente una problema anagrafico sono i giovani e per quelle politiche devono essere mirate di ma devono essere politiche proprio sta veramente concreto utilizzando tutto il patrimonio che c'è per esempio in questa sala che a disposizione e che ha bisogno di un luogo di un territorio di una di un'etichetta che l'agenzia per me che sia da coordinatore ma che ci sia solo che dopo la gente si preoccupi di porta le distanze ai ministri di competenza senza che ognuno dei singoli soggetti che siano incubatore un premio un business Angel vada fino alla sua letterina di Natale al ministro grazie

Da Youtube

Gio, 08/01/2013 - 17:21
3:24:08
Giovedì 11 luglio 2013 a Roma 9 regioni, 1 provincia autonoma e il Cisis hanno presentato il...
Mer, 07/17/2013 - 19:22
1:05:16
Il webinar, organizzato nell'ambito delle attività dell'Osservatorio Nazionale Smart City di ANCI...
Gio, 07/04/2013 - 11:06
3:13
Agostino Ragosa, Direttore Generale dell'Agenzia per l'italia Digitale illustra le priorità della...
Mer, 07/03/2013 - 19:15
1:26:01
Il webinar, organizzato nell'ambito delle attività dell'Osservatorio Nazionale Smart City di ANCI...
Lun, 06/24/2013 - 15:07
3:08
In occasione del suo intervento a FORUM PA 2013 lo scorso maggio a Roma, abbiamo chiesto a Jean...
Mer, 06/19/2013 - 17:40
2:05
A margine dell'incontro di lavoro delle Wister - Women for Intelligent and Smart TERritories, il 28...
Mar, 06/18/2013 - 16:47
3:27
Quale ritratto dell'Italia emerge dal Rapporto BES 2013? Ce ne parla Linda Laura Sabbadini,...
Lun, 05/27/2013 - 17:49
4:37
Intervento di Francesco Signore, Direttore Settore Pubblico IBM Italia.
Ven, 05/24/2013 - 18:50
3:54
Intervento di Enrico Cereda, Vice President STG IBM Italia.
Ven, 05/24/2013 - 18:49
2:42
Intervento di Stefano Rebattoni, Direttore Commerciale Amministrazioni Centrali IBM Italia.
Ven, 05/24/2013 - 18:47
3:30
Intervento di Stefano Devescovi, Industry Leader Settore Pubblico IBM Italia.
Ven, 05/24/2013 - 18:45
3:09
Intervento di Maria Grazia Lanza, Direttore Commerciale Labour & Procurement IBM Italia.

Potrebbero interessarti anche

Martedì, 12 Giugno 2012 - 12:00am
00:05:03
Tomaso Marzotto Caotorta
Giornata Nazionale dell’Innovazione 2012, organizzata in collaborazione con Confcommercio
Martedì, 12 Giugno 2012 - 12:00am
00:15:09
Davide Giacalone
Giornata Nazionale dell’Innovazione 2012, organizzata in collaborazione con Confcommercio
Giovedì, 17 Maggio 2012 - 12:00am
00:22:20
Roberto Moriondo
XXIII edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale, Semplificazione e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio 2012)
Venerdì, 18 Maggio 2012 - 12:00am
01:06:53
Francesco Pizzetti
Francesco Pizzetti è intervistato da Ernesto Belisario nell'ambito XXIII Edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio)
Lunedì, 29 Ottobre 2012 - 12:00am
00:30:58
Mario Calderini
promosso con la partecipazione di Formez PA nell'ambito di Smart City Exhibition 2012 Comunicazione, Qualità e Sviluppo nelle Città Intelligenti in programma nei giorni 29, 30 e 31 ottobre 2012