Martedì, 12 Giugno 2012
Anna Ferrero
L’Italia che corre

playervideo

Per postare un messaggio in questo spazio basta scrivere sulla bachecca di ForumPa su Facebook
Maria Luisa Coppa
Davide Giacalone
Diana Bracco
Cerimonia di consegna dei premi
Flavia Amabile
Pier Paolo Celeste
L’internazionalizzazione
Raffaele Liberali
Horizon 2020
Flavia Amabile
Roberto Cingolani
Ricerca e innovazione
Francesco Profumo
Giorgio Rapari
L’innovazione nei servizi
Luigi Nicolais
La rete della ricerca
Davide Giacalone
Franco Bassanini
Davide Giacalone
Laura Morgagni
Maurizio Bortoletti
Alberto Castronovo
Alessandro Giari
Cristiano Seganfreddo
Davide Giacalone
Ciro Formisano
Claudio De Vincenti
Mario Dal Co
Carlo Borgomeo
Michele costabile
Ruggero Frezza
Edoardo Imperiale
Tomaso Marzotto Caotorta
Antonio Cianci
Carlo ferrario
Alessandro La Porta
Michele costabile
Edoardo Colombo
Roberta Milano
Michele Vianello
Marco Cantamessa
Mauro Fantin
Anna Ferrero
Stefano Quintarelli
Interventi dal pubblico
Marco Cantamessa
Michele Vianello
Mauro Fantin
Roberta Milano
Edoardo Colombo
Davide Giacalone

La trascrizione automatica dell'evento

per fare abbiamo parlato contro di di di fare sistema di di anche di aggregazione per cui fedeli utility in questo senso cosa cosa rappresenta non torna intanto che cosa crede e ritiene che l'associazione delle attinenti sia l'Italia dunque qui devono scusate sta compare innanzitutto non sono ecco perfetta allora io vengo da un lato la città di Torino si sentirà dall'accento e anche del mio cognome e e devo dire che vi faccio un piccolo complimento che ogni mistico perché a questi tavoli il nostro alternate con il professor canta messa altre siamo organi stesso Profumo che è stato per tanti anni il rettore del Politecnico di Torino sei persone che a vario titolo comunque sono della mia città vuol dire che e questo mi non mi può farci piacere e di Savona però è stato il rettore del Politecnico lavora ed è stata Presidente della società di Genova però se non sia un punto di vista in un anno siamo rimasti però voglio dire che laddove si crea un substrato il Politecnico di Torino è uno degli agenti perché favoriscono questo tipo di scusa nella infatti insieme per una volta eventualmente proprio come un voto di parte del CIPE io e nella mente di questi sono da me più ricca d'Italia e al futuro perché venga fare invidia chi pietà e e la cosa che nel senso che come Presidente della della Commissione per il proprio facendo la presidente della società che si chiama m distribuzione editoriale che distribuisce energia elettrica è al ho scoperto facendo dei confronti con realtà internazionali in particolare i francesi perché ne contiamo forse più propensi avere questo confronto con i cugini di oltre frontiera che istintivamente la nostra realtà era una realtà anche più avanzata di quella al di della frontiera e mai ed è stato una felice scoperta del proprio per dire che non conoscevo questa rete il fatto di essere così avanti tante volte di innovazione va individuata non ce ne rendiamo conto di che livello siamo e non abbiamo anche quindi quelli che sono dei parametri per capire qual è ancora immagine di miglioramento allora quando affatto questa scoperta che mi ha anche cercato di vedere allora anche nel sistema italiano molte volte le utility se vengono vissute o come e se ne parla se ne parla molto male come carrozzoni e c'è occorresse programmazione di Roma mettono benissimo si parla dell'operazione sua ci hanno presenze e si vecchio regolamento sulle vengono utilizzate solo come degli strumenti meramente finanziari ma non si va a mai a valorizzare qual è il valore tecnologico e tra l'altro se funzionano le nostre aziende funzionano anche altri questo è fame e però bisogna conoscerla allora il presidio solo da abbia portato solo qualche dato per dire appunto avere cioè sono diretti di acquedotto e ci sono nella nostra penisola duecentosessanta mila chilometri che vengono percorse della rete commenta da cento leggi mutamenti nei sei mila chilometri di rete fognaria Napoleone diceva che sono conosciuto più prima sacre delle persone non dal fatto che ha messo il due mila chilometri e mila chilometri di di fognature in giro per la Francia e in questo però ha fatto la stessa e vedere passante e la la la salute pubblica insomma del della nazione e poi anche c'è tutta la parte che poi una volta presa acque cioè dobbiamo sempre pensare che noi non dobbiamo confrontare l'acqua minerale come l'acqua che esce dal rubinetto perché nell'acqua del rubinetto per finisce da qualche parte viene presa di adeguate viene restituita e il rapporto è sempre molto come dire se un un euro e il prezzo medio del metro quadro metro cubo e metro cubo persona mille litri che però comprende tutte per potersi la distribuzione del gas il servizio elettrico sia la distribuzione per evitare che finali quindi c'è questa distribuzione dell'acqua per il settantasei per cento di quello che è la distruzione totale in Italia trentacinque per cento delle case e venti per cento dell'energia elettrica solo per dire quanto vale questo settore non è neanche per la tecnologia che c'è queste sono le città dove distribuita di energia elettrica ottocentocinquantasette comuni clienti sono quattro milioni e sette e questa è tutta l'Italia praticamente perché settantasei per cento quindi è proprio perché fatta in modo bene ci siamo chiesti che cosa volevamo fare e pensando proprio siccome le nostre aziende oltre a effettuare gli investimenti che pensiamo soltanto a quanti investimenti richiedono il l'acqua cioè tutta la parte di acquedotto i depuratori Hillary lei centrali a ciclo combinato inverso carbone pulito non c'è un piccolo per il momento di sospensione e tutte e che viene idroelettriche ed è tutti gli impianti tutte le e la manutenzione che le reti comportano queste aziende hanno come dire l'alta propensione naturale l'innovazione perché altrimenti delle le cose non non funzionano punto c'è una c'è aperta accende la luce e non in forma non non si accende una lampadina non è banale e si dice che ci si rende conto dei nostri servizi solamente quando non ci sono questo questo è allora abbiamo creato una commissione perché era come queste sono le diciamo le i nostri obiettivi prioritari mettendo insieme però e questo devo dire e grazie anche alla in grandissima parte che ci ha dato e che il ministro Profumo all'epoca rettore e vi è una partnership con e la Conferenza nazionale dei rettori quindi con il sistema delle università eccone i settori di Confindustria dove ci sono i nostri principali fornitori per creare una rete virtuosa sicuramente manca la gamba della parte finanziaria ma è l'idea nostra era individuiamo quali sono i Lenin temi unificante come ricerca delle aziende in Italia come pare lecito le università che a questo punto dove vince invitate anche loro fare rete i nostri fornitori e ci presentiamo come sparse in condizione di sistema all'Europa per vedere anche per pervenire arrivare all'ottavo programma quadro preparati anche per dare delle indicazioni adottano programma quadro e su quelle che sono le nostre esigenze sono quasi finito sono perché a tutti gli effetti è difficile riuscire a entrare in questo settore anche se permane capire bene che qualche sono quelli neanche tanto che sulle misure per esempio su riteniamo messo tutti contatori elettronici noi tutti a casa abbiamo la possibilità di vedere su questo devo dire è stato una prima di insuccesso nel senso che tutti abbiano portato in ospedale il contratto viene quasi tutti che state dove c'è stata questa partnership con me i PM sono stati fatti fare in Cina quello che è rimasto sul territorio nazionale zero allora effettivo con non vorremmo ripercorrere questa strada questo invece volevo portare l'esempio virtuoso ci siamo chiesti se interferenze indotte mi parliamo di medicinali di ormoni che una un un tempo non erano così presente nella nell'acqua cioè vengono rilasciati nell'acqua chiaramente quali potevano essere quali possono essere le ricadute sul corpo umano un trattamento alla distanza e a questo punto si è stabilito un tavolo delle aziende che si occupano di acqua con le università in seno alla Università di Pisa di Trento e l'Istituto superiore di sanità questi sono stati gli acquedotti che hanno monitorato per anni per tre anni campioni distribuiti colonne e indicatori univoci in modo da avere dei che deve avere una confronto costante con anche confronti a livello internazionale europeo e che statunitense e per arrivare a dei risultati che ci dicono però è tutto tranquillo però noi continuiamo il lavoro e anzi abbiamo presentato il progetto anche a alla piattaforma sull'acqua a livello proprio per continuare a creare un gruppo permanente perché l'innovazione si fa ma si deve essere non come dire la spinta in alto che poi elencate ma deve essere costante nel tempo

Da Youtube

Ven, 10/24/2014 - 09:19
6:50
Gio, 10/23/2014 - 18:51
2:04
Ven, 10/10/2014 - 15:55
52:27
Il 7 ottobre il PON R...
Ven, 10/10/2014 - 13:50
1:00:02
Il 7 ottobre il PON R...
Ven, 10/10/2014 - 13:30
10:13
A Bologna il 22, 23 e 24 ottobre, nell'ambito di Smart City Exhibition parleremo di Open Data.
Ven, 09/26/2014 - 10:59
1:17:14
L'Osservatorio Nazionale Smart City dell'ANCI e FORUM PA hanno promosso un evento dedicato alla...
Mer, 09/10/2014 - 16:56
0:32
Mer, 09/10/2014 - 16:56
0:46
Mer, 09/10/2014 - 16:56
0:32
Mer, 09/10/2014 - 16:55
0:33
Mer, 09/10/2014 - 16:55
0:33
Gio, 06/26/2014 - 11:06
56:47
Mercoledì 25 giugno FORUM PA e Digital...

Potrebbero interessarti anche

Giovedì, 17 Maggio 2012 - 12:00am
00:11:33
Gloria Piaggio
XXIII edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale, Semplificazione e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio 2012)
Venerdì, 18 Maggio 2012 - 12:00am
00:48:11
Mauro Bonaretti
XXIII Edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale, Semplificazione e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio 2012)
Venerdì, 18 Maggio 2012 - 12:00am
00:15:08
Stefania Di Serio
XXIII Edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio). In collaborazione con Vodafone Italia, Lazio Service, Gruppo Gemmo e Umbria Mobilita’
Giovedì, 17 Maggio 2012 - 12:00am
00:15:48
Francesco Carpinato
XXIII edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale, Semplificazione e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio 2012)
Giovedì, 17 Maggio 2012 - 12:00am
00:23:08
Antonio Calicchia
XXIII edizione del Forum PA 2012 "Agenda Digitale, Semplificazione e Sviluppo nell'Open Government" (16 - 19 maggio 2012)